Trading Online? Districhiamoci da questa giungla

Trading

Trading

Ciao! Prima di addentrarci nel mondo del trading on line, voglio fare un tuffo nel passato per capire da dove nascono le contrattazioni e i mercati….

La prima compravendita di titoli di cui si abbia notizia si fa risalire al 1500 nella città belga di Bruges: i titoli scambiati dai mercanti rappresentavano un credito o una merce in arrivo da paesi lontani, che non potevano essere materialmente scambiati.

Questa sorta di mercato organizzato si teneva in un palazzo di proprietà della famiglia dei Van der Bourse, il cui stemma era rappresentato da tre borse, il quale originò la denominazione di Borsa.

Spostandoci oltre oceano, negli Stati Uniti d’America, il 17 maggio 1792 nacque la Borsa più grande e più importante del mondo, anche conosciuta come “The Big Board”: il New York Stock Exchange, NYSE, situato nella nota strada di Wall Street, dove si trova tuttora.

toor

Da quando è possibile fare trading on-line?

In Italia si parla davvero di trading on line dal 1999, anno in cui la Consob, organismo che vigila sulla trasparenza del mercato finanziario italiano, ne regolamentò tutti gli aspetti. Si ebbe un incremento dell’operatività on line di pari passo con la crescita nella velocità della connessione a internet.

Ma cos’è il Trading in realtà?

Il trading non è altro che la compravendita on-line di strumenti finanziari, come azioni obbligazioni futures e titoli di stato

Riassumiamo le principali tipologie di trading esistenti:

Scalping: molte operazioni circoscritte in un arco temporale ridotto;
Day trading / Intraday:   operazioni che vengono aperte e chiuse nell’arco di una giornata;
Buy and hold: operazioni a medio lungo termine, dove normalmente la posizione resta aperta per lunghi periodi.

L’operatività che ci prefiggiamo in Hekla è quest’ultima, buy and hold, definita anche “trading di posizione”.

Su cosa è possibile fare trading on line?

Possiamo scegliere attualmente se fare trading sulle azioni, ad esempio quelle collegate a grandi aziende (Fiat, Unicredit, Facebook, Apple), oppure fare trading sugli indici (come ad esempio il DAX tedesco). Mercati come quelli delle valute mondiali (Euro, Dollaro, Franco Svizzero) oppure i mercati delle materie prime, quali l’oro, il petrolio, le carni, le granaglie. Proprio questo è il settore in cui Hekla opera ormai da diversi anni.

Cos’è importante per essere profittevoli nel trading e quali differenze ci sono?

Partiamo col dire che il trading non è un gioco. Per essere profittevoli nel lungo periodo bisogna studiare, prepararsi e avere la giusta condotta psicologica.

Quanto tempo della tua giornata vuoi dedicare al trading?

Stai certo che se decidi di fare scalping o di operare in day trading dovrai trascorrere diverse ore davanti ai grafici per aspettare il momento giusto.

Un’operatività basata sul medio periodo, settimane o anche mesi, comporta, dal punto di vista del tempo da dedicargli, un impegno decisamente inferiore, proprio perché non si è costretti ad entrare in posizione in un momento preciso, ma nell’arco della giornata. Questo perché non si opera in tempo reale, come per altri tipi di trading, ma con i dati di chiusura della sessione precedente. Questo consente non solo di eliminare lo stress di dover trovare “l’attimo giusto”, ma anche di poter scegliere l’orario più consono ai propri impegni.

15153073_10210886839357120_1609759962_o

Nella tua testa stai proiettando il film “tante operazioni tanti soldi”?

Fare una o due operazioni al mese e portare a casa un rendimento importante, è molto più semplice che passare ore davanti ai grafici a smanettare. Magari riesci a fare dei profitti cospicui, ma vuoi mettere la libertà di operare per pochi minuti al giorno e godersi la famiglia e il tempo libero?

Qual è il vantaggio di fare trading sulle materie prime?

Lo potrei riassumere con una sola parola: STAGIONALITA’

Come è logico dedurre, le materie prime hanno un ciclo che si ripete di anno in anno. Prendiamo ad esempio le granaglie. Tutti gli anni si presenterà un periodo di semina, poi di raccolto e quindi di conservazione delle scorte. Il tutto avverrà sempre negli stessi periodi dell’anno.

E’ qui dove sta il grande vantaggio: conoscere preventivamente le tendenze dei prezzi.
Parlo proprio di tendenze, perché non si tratta di una scienza esatta ma di statistiche. Tuttavia, se andiamo a verificare le statistiche degli anni precedenti, ci accorgiamo spesso che il trend si presenta ripetitivo.

Attenzione però! Non sto parlando di soldi facili… per districarsi nella giungla dei mercati è importante arrivarci preparati, studiando e facendo un percorso di simulazione. Solo dopo questa fase sarà possibile pensare di investire soldi veri…

Diffidate da chi vi dice che è semplice. Il trading rappresenta una grandissima opportunità per far lavorare i propri soldi, ma allo stesso tempo è altrettanto facile perderli, laddove non si applichi una valida strategia di money management.

In Hekla nel corso degli ultimi anni abbiamo insegnato a più di 2000 persone come trarre profitti dai mercati delle materie prime. Tutti hanno avuto successo? No, solo coloro che si sono applicati e hanno saputo mantenere la disciplina necessaria nel corso degli anni. Sono comunque tanti.

Non ci credi? Fai benissimo! È giusto essere scettici.
Chiedi direttamente a loro tramite la mappa clienti.

Ti Saluto e al prossimo articolo!

Commenta Qui sotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *