investire in petrolio

Investire in petrolio: come, quando e perché

Il petrolio, anche denominato oro nero, influenza i prezzi di tutti i prodotti in commercio, ha un forte impatto sulla vita quotidiana di tutti ed è elemento cruciale dell’economia mondiale. Per questo motivo ha attratto, da sempre, imprenditori e trader che seguono ogni suo andamento.

Come e quando investire in petrolio

I prezzi del petrolio variano in continuazione, subiscono oscillazioni anche minuto per minuto e i fattori che lo influenzano sono diversi ma determinanti. Tra questi ci sono:

  • L’offerta nei paesi produttori e le sue politiche interne;
  • Le politiche internazionali ed eventuali tensioni geopolitiche;
  • Lo stato della domanda di consumatori e importatori;
  • La presenza o meno di sovvenzioni a compagnie petrolifere e/o energetiche;
  • Approvvigionamento mondiale e concorrenza delle altre fonti energetiche.

Per poter investire in petrolio bisogna quindi fare un’attenta analisi della domanda e dell’offerta. Questo è possibile tenendo sempre presente una regola generale e fondamentale dell’economia: se l’offerta aumenta e la domanda diminuisce i prezzi si abbassano, al contrario se diminuisce l’offerta e aumenta la domanda i prezzi si alzano. Come abbiamo visto i fattori che fanno oscillare i prezzi del petrolio però, hanno anche carattere politico e geografico oltre che economico. Esaminarli tutti sarebbe complicato per cui, di base, sono due gli elementi d’influenza che bisogna analizzare. Il primo è legato all’approvvigionamento mondiale del petrolio. È una risorsa che si trova solo in cento Paesi mondiali di cui cinque generano il 48% della produzione mondiale di greggio. Queste nazioni hanno insieme all’OPEC, maggiore potere di influire sui prezzi. Lampante è l’esempio della guerra dei prezzi tra Russia e Arabia Saudita. Il secondo fattore è la domanda dell’economia mondiale. Se si è in un periodo favorevole di crescita e produzione di beni e prodotti e i consumi seguono un buon trend, la domanda di petrolio aumenta, diversamente diminuisce. Con queste piccole regole di base ci si può quindi orientare su quali siano i momenti più favorevoli per investire in petrolio. Non si tratta in realtà, di acquistare dei beni da rivendere. Le società che usano il trading on line fanno speculare sull’andamento dei valori di mercato del greggio. Ovviamente seguire e incrociare tutti questi dati sarebbe impossibile se non ci fossero dei collaudati sistemi che fanno questo tipo di lavoro.

Esistono delle piattaforme per fare Trading sul Petrolio che utilizzano i CFD visto che non fanno pagare commissioni. Per usare questi derivati in sicurezza, bisogna selezionare i Broker giusti, che devono essere affidabili ed offrire garanzie economiche come quelle di una banca tradizionale. Lo swing trading è un’ottima soluzione per investire. È sufficiente analizzare il grafico poche volte alla settimana e tenere il passo con le notizie a lungo termine per gestire meglio il rischio. Si risparmia tempo e costi.

Altri sistemi sono il trading intraday e lo scalping. Con questi metodi si dovrà tenere sempre sott’occhio il calendario delle negoziazioni ma il tempo risparmiato sul controllo, è comunque notevole. Si apre un’operazione ad una determinata ora del giorno e la si chiude poco prima della fine della sessione. I tempi coinvolti saranno più piccoli, grafici orari per il trading intraday e in minuti per lo scalping, anche i rischi si abbassano. Si dovrà quindi scegliere una piattaforma che garantisca sicurezza e affidabilità e appassionarsi di geopolitica per poter investire i propri risparmi sull’oro nero.

Perché investire in petrolio

Qualunque sia l’investimento che si voglia fare, si cerca sempre una certa sicurezza sui margini di profitto. I mercati oggi però, sono talmente complessi e variegati che questo ideale del profitto sicuro divento a volte fumoso. Il mercato del petrolio però, sembra mantenere una certa stabilità rispetto alle occasioni di profitto. È un bene di prima necessità che coinvolge tutto il sistema produttivo e dei trasporti. Investire nel greggio ha, generalmente, un margine di profitto più sicuro, perché mantiene una certa solidità sul mercato. Questo non vuol dire che il prezzo del petrolio non possa andare in negativo, ma al momento questo avvenimento è avvenuto una volta sola nella storia a causa del coronavirus. Tutto questo spinge sempre più investitori a scegliere il petrolio per i propri investimenti. La grandezza del suo mercato, inoltre, ha sviluppato numerose piattaforme on line per investire e seguire le oscillazioni che agevolano il lavoro e garantiscono sicurezza anche a chi ha poco tempo e non è ancora addentro alla tematica. Importante è scegliere l’investimento più adatto alle proprie esigenze ed affidarsi a Broker di fiducia e la piattaforma per il trading più sicura e congeniale.