Capra!Capra!!Capra!!!

Tabella dei Contenuti

Ci risiamo: secondo i dati di una recente indagine, gli italiani sarebbero tra i popoli più ignoranti in economia e finanza. Benone, insomma. Ora all’estero avranno tutti un’occasione in più per deriderci e credersi migliori. La cosa mi innervosisce.

Mi è sempre stata tremendamente a cuore l’immagine dell’Italia all’estero e, nelle varie occasioni in cui mi ci sono trovata, ho potuto constatare che le opinioni variavano moltissimo, non da un paese all’altro, ma da persona a persona.

Se dovessi rappresentare su un grafico l’“indice di gradimento” del nostro paese da parte di visitatori ed “estimatori” stranieri, disegnerei una curva che sale e che scende, anzi, che partendo dal basso, s’impenna decisa e spicca il volo, per poi colare improvvisamente a picco, come un sasso lanciato per aria.

Siamo uno dei popoli più amati, più sopravvalutati e, al tempo stesso, più sottovalutati del pianeta. Difficile capire quale sia l’opinione più giusta.
Di sicuro abbiamo un talento naturale per l’autodistruzione, per non parlare dell’avversione innata all’autopromozione…

E comunque, se i risultati di una ricerca dicono che siamo capre in finanza, vuol dire che, in finanza, siamo delle capre. Purtroppo qui le opinioni c’entrano poco.

Ma la cosa più buffa dei risultati di questa indagine è che, alla domanda “Ritieni di essere abbastanza informato in materia di economia e finanza?”, l’italiano medio intervistato ha risposto affermativamente… smentendosi poi clamorosamente nei test, totalizzando un punteggio bassissimo.

Già me lo immagino, spavaldo e allegro, con l’aria da “che domande, me la caverò benissimo”… se ne esce così, con risultati scarsissimi.

Ad ogni modo, non mi piace concludere un articolo così sconsolata e siccome la speranza è l’ultima a morire, sono andata a cercarmi qualche altro dato, possibilmente più confortante di quelli appena detti.

Probabilmente sarete contenti di sapere che Grazie a Dio ho trovato qualcosa.

Secondo i dati di un’altra, bella ricerca, gli italiani sarebbero tra quelli che hanno reagito meglio alla recente crisi economica. Come? Informandosi su argomenti di finanza ed economia.

Non siamo capre ignoranti! O almeno, non tutti e non così irrimediabilmente.

C’è un interesse abbastanza diffuso per l’informazione, che se nel 2007 si attestava al 45%, oggi sale al 57%. Le informazioni vengono ricercate soprattutto su siti internet e una percentuale crescente del campione intervistato dichiara di passare almeno un’ora a settimana alla ricerca di informazioni di carattere economico e finanziario.

Nella speranza che non si tratti di un’altra dichiarazione mendace, alla stregua di quella data nell’indagine di cui sopra, mi rincuoro pensando che oltre al cinismo e alla poca autostima, noi italiani sappiamo sempre come tirarci su.

Magari, la prossima volta, sapremo essere bravi senza cadere, senza doverci per forza risollevare… e le capre saranno gli altri.

di Annamaria Cardinali

Se vuoi conoscere quello che facciamo da anni con grandissimi risultati e come abbiamo cambiato la vita di tante persone, permettendogli di gestire i propri soldi in piena autonomia, senza affidarli a nessuno, impegnando solo pochi minuti al giorno, clicca qui sotto e guarda subito il nostro nuovo Workshop, c’è una grande sorpresa all’interno!! 😀