Previsioni A Ribasso Per Le Colture

Previsioni A Ribasso Per Le Colture. “Le Colture rappresentano l’aspetto peggiore delle materie prime” dichiara la Goldman Sachs, una delle più grandi banche d'affari del mondo, che si occupa principalmente di investimenti bancari...
Previsioni A Ribasso Per Le Colture
Tabella dei Contenuti

Previsioni A Ribasso Per Le Colture. “Le Colture rappresentano l’aspetto peggiore delle materie prime” dichiara la Goldman Sachs, una delle più grandi banche d’affari del mondo, che si occupa principalmente di investimenti bancari e azionari.

Secondo le previsioni della Banca e come evidenziato anche dallo S&P GSCI, un indice avanzato sul rendimento delle materie prime, i prezzi delle granaglie e delle soft commodities calerebbero del 7,5% nel prossimo anno, visto che sono già scesi di un quarto nel 2013 e nel 2014, e dell’8,6% finora nel 2015.

ZUCCHERO

Le previsioni negative dei prezzi agricoli, gravano in parte sul peggioramento delle prospettive per i valori dello zucchero, che secondo la Goldman, da 17,5 centesimi per libbra passano a 13,0 centesimi per libbra. Stime relative a tre, sei e 12 mesi. “Date le attuali condizioni, relativamente stabili, non ci aspettiamo un grande effetto negativo sulle colture relative al biennio 2015-16“, ha detto Goldman.

CEREALI

Per quanto riguarda i prezzi delle granaglie sembrano rispecchiare le previsioni della banca, che d’altra parte si scontrano con le previsioni degli investitori. Questi ultimi infatti si aspettano prospettive decisamente al di sopra dei livelli stimati dalla banca.

Secondo la Goldman, il mais in un anno resterà intorno ai $3.75 per bushel.

Cos’è il Bushel?

Il bushel è la misura di capacità per aridi e liquidi usata nel Regno Unito e per soli aridi negli USA e in Canada. Negli Stati Uniti, per convenzione, un bushel equivale a 27,216 kg di grano; 21,772 kg di orzo; 25,301 kg di segale; 14,515 kg di avena.

“Con il recente miglioramento delle condizioni del tempo in Sud America, la produzione mondiale 2014-15 di mais dovrebbe rimanere ampia, perciò continuiamo ad aspettarci prezzi moderati rispetto ai livelli attuali”, dice la banca.
I futures della soia sono scesi, per ragioni analoghe, a 8,75 dollari per bushel nell’arco di tempo di 1 anno, assistendo ad un calo di quasi $ 1 a bushel, al di sotto delle previsioni degli investitori.
Prospettive più ottimistiche invece sul grano di Chicago che vedono i prezzi fissi a circa 5,30 dollari per bushel su un periodo di 3 mesi, prezzo che gli investitori prevedono non si raggiungerà nemmeno a fine 2015.

Previsioni a ribasso per le colture: i rischi

Per quanto riguarda i contratti del bestiame, a causa dello scoppio dell’ epidemia suina con il virus della diarrea (PEDv), si è assistito, in questi primi mesi del 2015 ad un calo del 10% circa. A seguito di tutto ciò, la Goldman aveva previsto solo un calo dello 0,8% nel prossimo anno, stimando forti prospettive di miglioramento per la produzione del maiale degli Stati Uniti. Ma non è stato così.

La banca ha pertanto riconosciuto “rischi al ribasso” per le stime sul futuro dei maiali, declassati da 80 centesimi al chilo a 15 centesimi, sempre su un periodo di tre mesi. Mentre le previsioni per il futuro dei live cattle si sono tenute costanti sul fronte dei 12 mesi, prevedendo un calo a 140 centesimi al chilo, leggermente al di sotto del livello stimato dagli investitori. Leggi anche l’articolo ” Cos’è il commodities trading.

Abbiamo preparato un Workshop gratuito per spiegarti tutto nei dettagli lo trovi qui :